News

Campagna di Screening del carcinoma anale da HPV nei pazienti omosessuali o bisessuali

Senologia Roma

03/04/2018

 

Campagna di Screening del carcinoma anale da HPV nei pazienti omosessuali o bisessuali.

Il carcinoma anale, causato dall’infezione da HPV o papillomavirus, rappresenta il 2.5% delle neoplasie del sistema digerente con oltre 7000 nuovi casi/anno negli USA, e un importante incremento dei casi negli ultimi 30 anni.

L'HPV è un'infezione che colpisce più notoriamente la cervice uterina ma può interessare anche altre sedi del corpo come l'ano e la cavità orale. Negli ultimi anni l'incidenza del cancro anale o le eventuali lesioni precancerose è aumentata soprattutto nei pazienti HIV positivi e nei maschi omosessuali HIV negativi.

Di conseguenza è in incremento la mortalità causata dal cancro anale in entrambe queste popolazioni.

Quali sono i fattori di rischio?

Fattori di rischio riconosciuti sono i rapporti anali, promiscuità tra i partners ed omosessualità maschile. Agenti trasmissibili per via sessuale come il papilloma virus, e il virus del HIV hanno un ruolo etiologico nell’insorgenza di tumori anali.

Parlare oggi di prevenzione, quindi, significa anche affrontare nuove prevenzioni per patologie che aumentano a causa delle nostre abitudini sessuali.

Quali sono le popolazioni a rischio?
Sicuramente le persone affette dal virus HIV (70/100.000) e gli omosessuali maschi HIV negativi (37/100.000) sono maggiormente a rischio, ma anche donne che hanno rapporti anali con più uomini.

Per approndire l'argomento clicca qui


Vedi Lista delle News