Dicono di Noi

Buona sera a tutti,
siamo la coppia Emanuele e Simona e vi volevamo scrivere queste poche parole per esprimervi la nostra più grande gratitudine per tutto quello che avete fatto per noi.

Abbiamo conosciuto la dott.ssa Fusco circa un anno fa quando tutto è iniziato e da quel giorno ci ha preso per mano come una sorella conoscendoci appena in maniera incondizionata.
Abbiamo vissuto, nonostante il nostro problema e l'angoscia di non riuscire a realizzare il nostro sogno, mesi favolosi insieme a tutti voi, dal primo all'ultimo.

Ogni volta che dovevamo venire presso la clinica, l'agitazione per tutto quello che dovevamo fare veniva coperta dal piacere di passare del tempo con voi, dai vostri infiniti sorrisi.
Ne abbiamo passato di tempo su quelle poltroncine della sala d'attesa, per attendere un risultato di un esame o per fare una visita e ogni volta uscivate, qualunque fosse il risultato (e ce ne sono stati di risultati brutti in questo percorso), con il sorriso stampato donandoci la serenità per affrontare il passo successivo.

Abbiamo conosciuto il Dott. Scotto al quale va la nostra riconoscenza per tutta la vita. In questo percorso ci sono stati due momenti molto brutti, che conoscete bene proprio perchè li avete vissuti vicini a noi senza mai farci sentire da soli e insieme a voi e al dott. Albanesi e al dott. Giulinanelli poco più di un mese fa il sogno di una vita è iniziato a materializzarsi.
Era il 15 settembre e questo giorno sarà per noi un giorno indimenticabile, perchè abbiamo per la prima volta toccato con mano la sensazione che il nostro sogno stesse per realizzarsi.

Ma ancora più bello è stato sentire sulla pelle la vostra gioia e la conferma da parte vostra che ora c'erano tutte le condizioni per farcela. A quel punto, il nostro angelo più grande, la Dott.ssa Fusco insieme ai suoi collaboratori sono stati in grado di creare il miracolo della vita.

E poi siamo giunti al giorno più emozionante della nostra vita, il 03 ottobre, quando in attesa del risultato delle beta ci tenevamo stretti stretti la mano, sapendo in fondo al nostro cuore di avercela fatta, ma avendo una paura tremenda di essere felici.
E poi sale la Dott.ssa Fusco e si chiude con i risultati in mano nella stanza con Elisabetta e Alessia.
Saranno passati una trentina di secondi che per noi sono stati un'eternità e poi sempre la Dott.ssa Fusco ci ha invitati ad entrate nello studio.

Ci siamo guardati negli occhi e mentre ci diceva "Siete tranquilli? Sedetevi", nei suoi occhi abbiamo letto la felicità che in quel momento stavi provando per noi, fino alla frase che non scorderemo più per tutta la vita: "Simona, tra 8 mesi diventerai mamma!!!!".
Sensazioni uniche al modo che attendevamo da troppo tempo e che soltanto grazie a tutti voi, alla vostra competenza e al vostro affetto le abbiamo potute provare.

A Villa Claudia abbiamo trovato una seconda famiglia e non abbiamo alcuna intenzione di lasciarla. Detto questo volevo ringraziare tutti, uno per uno.

Grazie Elisabetta per la tua cordialità e per le tue lacrime di quel giorno.

Grazie Alessia per il coraggio datoci ogni volta e anche tu per le tue lacrime.

Grazie dott.Giulianelli per la sua professionalità e grazie al Dr.Luca Albanesi per averci anche tu accompagnato da quasi due anni in questo viaggio, volendo sempre essere presente e aggiornato su tutto, e per aver gioito insieme a noi alla splendida notizia

Grazie Dott. Scotto per la partecipazione con la quale ha preso in mano il nostro caso e per le sue parole di incoraggiamento che ci ha sempre donato, oltre ovviamente alle sue competenze che hanno reso possibile tutto ciò.

Grazie al Dr. Dani per la professionalità.

Grazie a tutta Villa Claudia, amministrazione (abbiamo conosciuto Alice ed Alessandro in particolare), infermiere e tutti coloro che abbiamo incontrato in questo viaggio.

E infine grazie di cuore alla Dr.ssa Fusco!!!!!
Grazie per averci preso per mano subito donandoci un affetto smisurato in ogni momento.
Grazie per averci messo tutta te stessa nella realizzazione di questo sogno che stiamo vivendo!

Un abbraccio a tutti Voi
Emanuele e Simona
Gent.ma Prof.ssa Mastrobuono,
desidero esprimerLe la mia viva gratitudine per la Sua cortese solidale partecipazione al mio sconforto per la perdita dei miei beni in Amatrice colpita dal catastrofico terremoto che ha distrutto anche la mia casa di residenza.

E La ringrazio anche per il premuroso generoso trattamento ricevuto dalla Casa di Cura Nuova Villa Claudia da Lei validamente amministrata, che nulla ha preteso a mio carico in occasione di un intervento che ho dovuto recentemente subire.
E' stata manifestazione di apprezzata solidarietà che, mi creda, con mia moglie, non potremo dimenticare Con rinnovato grazie porgo i miei deferenti ossequi.

Avv. Roberto Santarelli
Il cancro non è la morte !!!
Solo pronunciare la parola fa paura, ma grazie alla medicina è possibile sopravvivere a questa malattia . Ci sono medici che con il loro impegno, hanno raggiunto traguardi di eccellenza.
La loro umanità, anche se non è una caratteristica che accomuna tutti i medici, infonde fiducia, protezione a noi donne terrorizzate.
La prevenzione fa la differenza nel vivere la malattia, bisogna fare prevenzione, non è un obbligo ma un diritto alla vita.
Per caso mi sono trovata in questo progetto, parlando con il prof. Varvaras durante la programmazione dell'intervento ricostruttivo, ed ho aderito con passione. Aderire a questo progetto significa sostenere altre donne come noi a sconfiggere la paura, a colorare il nostro cuore e la nostra mente pervasi dall’ oscurità, negatività; credere profondamente in noi stesse e nella nostra vittoria contro il cancro, io ne sono la prova.
È giusto far prevenzione ed affidarsi in mani esperte e competenti.
Nel mio caso ho trovato prima il medico dell’ anima e dopo del corpo.
Un medico che ha la sensibilità di vedere non solo un corpo deturpato ma un’anima deturpata e terrorizzata. Il percorso è lungo, difficile e doloroso.
OncoArte a mio avviso è l inizio del percorso di una vita nuova.
Se di questo progetto mi fosse stato parlato a novembre del 2017, quando ancora non vedevo fine di un incubo, sicuramente non sarei stata in grado di aderire, ma sono qui invece per dirvi che essere stata la prima paziente a inaugurare questo meraviglioso progetto ha fatto la differenza.
Mi sento privilegiata e fiera e sprono tutte le donne a farne parte.
È un modo per tirar fuori le proprie paure. Quando si arriva al momento del calco,significa vedere la luce ,dopo un tunnel lungo, buio e pauroso. Io sono rinata il 10 febbraio 2018.
Grazie prof. Varvaras, Villa Claudia e Valentina Sisto

Elisabetta Tribuzio