Ambulatorio del Piede


Presso la Casa di Cura Nuova Villa Claudia nasce il Servizio patologie del piede, ove, grazie ad un accurato esame clinico si possono analizzare patologie del piede che consentiranno un trattamento personalizzato.

Proprio a Nuova Villa Claudia un innovativo sistema chirurgico permette di curare l’Alluce Valgo senza interventi dolorosi né lunghe e immobilizzanti convalescenze.

PBS Percutaneous Bianchi System è il nuovo sistema chirurgico che prende spunto dalla tecnica percutanea modificandola e trasformandola in una particolare procedura fondata su alcuni concetti di base per creare un vero e proprio riallineamento del piede permettendo di risolvere chirurgicamente le problematiche dell’Alluce Valgo con interventi mini invasivi, indolori, rapidi (15-20 minuti) che consentono, nella gestione post operatoria, di camminare immediatamente, nessun inserimento di viti, fili o chiodi, il tutto si traduce in un recupero precoce della funzione del piede e, quindi, del benessere psico-fisico.

Il piede umano è un’opera d’arte, un capolavoro di ingegneria” Michelangelo Buonarroti

Cos'è l'alluce valgo?
E’ una delle patologie più diffuse a carico del piede. Si presenta come una deformità del primo dito del piede (alluce) ed è una deviazione laterale della falange, con lussazione dei sesamoidi: due piccole ossa che consentono l’articolazione dell’alluce. La disfunzione dell’articolazione si verifica progressivamente negli anni. Questo fenomeno forza il primo dito a deviare lateralmente verso le dita minori, causando una dolorosa protuberanza ossea della testa metatarsale.

In molti casi, l’alluce valgo riconosce nella propria genesi una predisposizione familiare, però tale predisposizione non riguarda il valgismo in sé, ma alcune deformità del piede (piede piatto o cavo) che se non curate nel tempo producono la deformità per un’alterata biomeccanica.

Perché ne è colpita maggiormente la popolazione femminile?
L’uso di scarpe strette anteriormente e tacchi molto alti predispongono alla patologia. Questo spiega la maggior incidenza del sesso femminile.

Quali sono i principali sintomi?
I sintomi sono spesso legati alle calzature strette in una prima fase. Il conflitto con la calzatura determina dolore a livello dell’esostosi che spesso si arrossa, si gonfia (borsite). Nel tempo il dolore diventa persistente per l’alterazione articolare. Possono presentarsi sintomi e deformità anche alle dita minori (metatarsalgia, dita a martello, griffe) che impediscono progressivamente una deambulazione adeguata.
E’ consigliabile nella prima fase un’indagine radiologica, in quanto la valutazioneradiografica e clinica è molto importante ai fini del trattamento e le radiografie sotto-carico permettono di valutare le alterazioni ossee che si sono prodotte nel tempo.

 

 

 

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

Richiedi un appuntamento