Servizio di Urologia

Il Servizio di Urologia di Nuova Villa Claudia dispone di una qualificata équipe di Urologi all’avanguardia nei diversi settori d’intervento con terapia medica o chirurgica.

Presso Nuova Villa Claudia è attivo il nuovo Servizio di Urologia, in collaborazione con il C.Ur.A.
Un’équipe formata da urologi, ciascuno impegnato nel proprio settore di specializzazione, che garantisce la massima professionalità nella diagnosi e nella successiva terapia medica o chirurgica.
Presso la Casa di Cura è attivo anche il reparto per la diagnosi e cura delle patologie dell’apparato urogenitale maschile e femminile.
Così oggi il Servzio di Urologia  della Casa di Cura è in grado di mettere a disposizione dei medici e dei loro pazienti poli specializzati per:
Neoplasie dell’apparato uro-genitale
Ipertrofia prostatica
Incontinenza urinaria
Cistiti
Prolasso pelvico
Calcolosi urinaria
Malattie sessualmente trasmesse
Infertilità
Disfunzione erettile
Qui a Nuova Villa Claudia si  utilizzano  metodiche per la diagnosi particolarmente innovative, mini invasive, caratterizzate dall’estrema compliance dei pazienti: è possibile effettuare una terapia riabilitativa o chirurgica, a seconda del caso clinico che si prospetta dopo accurata diagnosi.
Il Servizio di Urologia vanta apparecchiature medicali diagnostiche di ultima generazione e innovative.
Il punto di forza è un nuovo apparecchio di Urodinamica non Invasiva, che ha ormai soppiantato e superato la vecchia uroflussometria nella diagnosi differenziale tra l’IPB e l’ipocontrattilità vescicale.
Tale apparecchio ci permette di ottenere contemporaneamente ed in pochi minuti sia la curva uroflussometrica che la valutazione della funzionalità vescicale, senza l’uso di cateteri vescicali ed addominali, rendendo l’esame meno traumatico ma ugualmente certo nella diagnostica.
 

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

Prestazioni e Trattamenti effettuabili

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI
Numeri sul tumore della prostata: 
Il tumore della prostata è il più comune fra la popolazione maschile (20% di tutti i tumori).
Nei paesi occidentali colpisce oltre il 20% degli uomini a partire dai 50 anni Sopravvivenza a 5 anni: 91%.
In Italia la diagnosi del tumore è in incremento
In Italia, nel 2016, erano attesi 35.000 nuovi casi
Nel 2013, sempre in Italia, ci sono stati 7.203 decessi per questa causa
 
Cosa è l’IXIP
IXip è un nuovo indice diagnostico che fornisce la probabilità di cancro alla prostata (PCa) in un dato paziente e permette di ridurre il numero di biopsie prostatiche con esito negativo.
La biopsia alla prostata (prelievo di piccoli frammenti di ghiandola prostatica utilizzando un apposito ago guidato da una sonda ecografica introdotta nel retto) è il gold-standard per confermare un sospetto CARCINOMA DELLA PROSTATA e anche per acquisire informazioni sul grado di evoluzione e differenziazione del tumore, ma è una procedura invasiva e rischiosa. Per queste ragioni è importante migliorare l’accuratezza di metodi diagnostici non invasivi per ridurre la necessità di eseguire biopsie.
 
Nel corso degli ultimi anni, l’antigene specifico della prostata (PSA) è stato utilizzato come biomarcatore nello screening per carcinoma della prostata. PSA è una proteina normalmente prodotta dalla prostata e alti livelli di questo biomarcatore sono riscontrabili in presenza di carcinoma prostatico, ma anche in caso di patologie non oncologiche, quali allargamento o infezione (prostatite) della prostata.
 
IXip non è nato per sostituire il PSA, ma per migliorare l’accuratezza nella diagnosi di carcinoma, permettendo così di ridurre il numero di biopsie prostatiche negative, ovvero superflue. Le ultime ricerche hanno scoperto un nuovo biomarcatore di carcinoma della prostata: PSA-IgM, un immuno-complesso formato da PSA e immunoglobuline M (IgM). IXip sfrutta l’accuratezza diagnostica di PSA-IgM e migliora la precisione di diagnosi per carcinoma della prostata.
 
L’elaborazione dell’indice iXip permette quindi sul paziente di:
– Misurare immediatamente e in modo preciso il rischio di tumore con una semplice analisi
– Indirizzare il paziente al più corretto iter diagnostico / terapeutico
– Intervenire tempestivamente nelle aree di rischio maggiore
– Ottimizzare in senso quali e quantitativo il ricorso alla biopsia
 
Pensando a tutti i falsi positivi e negativi e a tutte le difficoltà e controindicazioni, oltre a iXip nessuna altra analisi indirizza in modo così univoco l’urologo nel sua pratica clinica
 
Ixip è l’unica analisi che permette quindi di ridurre il numero di biopsie con esito negativo ma non perdere alcun caso positivo per carcinoma della prostata.
 
Nessun altro test puo’ garantire che il paziente non abbia il tumore prostatico.
 
Tra l’’altro vi è una netta correlazione tra valore dell’Ixip ed aggressività del tumore, quindi valori alti di Ixip indirizzano direttamente il medico verso una diagnosi di tumore piu’ aggressivo.
MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

Grazie all'utilizzo di una diagnostica accurata (TC, RMN, Ecografia) e di  marcatori specifici (PCA3) sarà possibile effettuare diagnosi precoci di tutti i tipi di neoplasia urogenitali.
Sarà possibile eseguie esami bioptici ecoguidati ed  i successivi trattamenti con l'utilizzo di dispositivi intraoperatori atti a ridurre l'invasività delle procedure, con risultati oncologici e funzionali ottimi.
Per la diagnostica e terapia delle neoplasie vescicali, oltre ai comuni mezzi diagnostici esiste la possibilità di utilizzare sia cistoscopi rigidi che flessibili con uso della luce NBI, nuova tecnologia che permette la diagnosi precoce di forme millimetriche non comunemente visibili ed il loro trattamento.

 

 

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

Oltre il tradizionale impiego del litotritore extracorporeo sarà possibile effettuare interventi endoscopici con impiego del laser “TULLIO” per il trattamento di calcoli di tutta la via urinaria (dal calice alla vescica), con strumento sia flessibile che semirigido.
Per la litiasi caliciale inferiore e nelle calcolosi più difficili da trattare viene utilizzato l’uteroscopio flessibile che permette, grazie alla sua flessibilità a 180°, di raggiungere le zone più ostiche.

 

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

Presso il reaparto di DIiagnosi e Cura dell'incontinenza urinaria di Nuova Villa Claudia vengono utilizzate metodiche per la diagnosi estremamente innovative, mininvasive,caratterizzate dall'estrema compliance dei pazienti.
Sarà possibile efffettuare terapia di tipo riabilitativo o chirurgico, a seconda del caso clinico.
Trattamento incontinenza maschile e trattamento incontinenza femminile.
Oggi moderne terapie o piccoli interventi possono ridare la totale libertà.

Questo problema affligge anche molte donne, che vivono con il disagio di piccole perdite urinarie.
Un intervento minimamente invasivo in Day Hospital o una terapia medica e riabilitativa del pavimento pelvico, assicurerà una vita sessuale, sociale e professionale nuovamente libera.
Consigli utili per combattere l'incontinenza:
Bere una quantità giusta di acqua.
Abolire o ridurre il consumo di caffè, tè e sigarette.
Combattere l'eventuale stitichezza.
Ricorrere ad una dieta ricca di fibre (cerelai, frutta e verdura ) da associare ad un'adeguata attività fisica.

Incontinenza urinaria femminile:
Il complesso sistema di controllo neurologico della minzione permette all’essere umano di programmare questo evento e di renderlo possibile soltanto in condizioni sociali ed ambientali adatte.
Al meccanismo di controllo della minzione contribuiscono vari organi ed apparati: la struttura muscolare della vescica, gli sfinteri urinari, il complesso sistema di con trollo cerebrale di entrambi.
Nella donna tale sistema è reso più labile dalla brevità anatomica dell’uretra e dai possibili danni che questo apparato può subire fisiologicamente durante la vita: parti, episiotomie.
Un altro fattore che determina un indebolimento della continenza nella donna è dato dalla menopausa che induce un'atrofia dei tessuti vaginali ed uretrali.
Per questo motivo signore ancora di giovane età, in completa efficienza fisica, ma alle soglie o chiaramente in menopausa, risentono di questo fisiologico indebolimento.
Tutto questo non aveva grande rilievo nell’antica società patriarcale e contadina, in cui alla donna erano riservati ruoli secondari e non direttamente collegati alla vita sociale.
Con la progressiva emancipazione femminile e l’assunzione di sempre più importanti e rilevanti ruoli sociali il problema della piccola incontinenza urinaria diventa importante e fastidioso.
In più oggi molte donne gestiscono saggiamente il proprio fisico con allenamenti e pratiche sportive periodiche e tutto questo contribuisce ancora di più ad evidenziare il problema dell'incontinenza urinaria.

La diagnosi e terapia:
La diagnosi di questo fastidioso problema può prevedere almeno due tipologie distinte di patologia:
l’incontinenza da sforzo, data da un indebolimento della struttura muscolare uretrale o da un prolasso dell’uretra con perdita della sua stabilità, oppure l’incontinenza da urgenza, caratterizzata dalla continua e frequente necessità di urinare.
Il secondo caso è tipico delle infiammazioni vescicali o delle vesciche che risentono  della menopausa e può giovarsi dell'uso di farmaci che controllano la contrazione vescicale, ovvero di ormoni che ristabiliscono un trofismo dei tessuti sensibili.
Il primo caso, invece è quello più frequente e può essere affrontato con una serie di provvedimenti.
Il primo passo terapeutico consiste certamente nel rendere consapevole la donna del controllo contrattile  dei muscoli del perineo:
si tratta di strutture muscolari non sempre conosciute e controllate volontariamente.
Esistono a questo proposito varie forme di ecercizi muscolari ( esercizi di Kegel) e metodiche terapeutiche più moderne, fra le quali ha grande rilievo il trattamento del perineo con energia elettromagnetica grazie ad una speciale poltrona.
Nelle forme più gravi e resistenti di incontinenza si può ricorrere ad interventi mini invasivi che consistono nell’applicazione di paste volumizzanti nell’uretra o di strutture sintetiche che stabilizzano la posizione dell’uretra.
Tutto questo può essere eseguito in regime di “Day Hospital” o con un ricovero di 24 ore.
Nella nostra struttura di  Nuova Villa Claudia svolgiamo una completa attività di uroginecologica, volta alla corretta diagnosi delle problematiche femminili ed alla loro terapia mediante il metodo più appropriato.
Trattiamo anche problematiche più importanti e gravi, che richiedano approcci chirurgici più invasivi sia per via vaginale che per via addominale o laparoscopica.


 

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

In questo reparto vengono effettuatI lo screening dell 'infertilità  maschile e della "indurazio penis" con successiva proposta di trattamento sia medico che chirurgico per:
• Impotenza
• Infertilità maschile
• Malattie sessualmente trasmesse
• IPP

Vengono effettuati lo screening dell’infertilità maschile, della disfunzione erettile (DE) e della “induratio penis” (IPP) con successiva proposta di trattamento sia medico che chirurgico.

L’ambulatorio andrologico si avvale di apparecchi quali: ecocolordoppler, ecotomografici, laboratorio microbiologico e rigiscan con video sexual stimulation per la diagnosi delle disfunzioni dell’apparato genitale maschile (come la DE e l’IPP) e dell’infertilità. L’unità si avvale anche dell’ausilio di una psico-sessuologa per la diagnosi differenziale delle DE psicogene. 
Le possibilità terapeutiche, a seconda dei casi, possono essere sia di tipo riabilitativo e medico che chirurgico.
Per approfondimenti andrologia e sterilità maschile clicca qui

 

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

Esami di Urologia diagnostica e trattamenti  NON chirurgici
Visita urologica
Visita andrologica
Esami ematochimici per:
Valutazione delle funzionalità renale, Marcatori Tumorali,
Malattie sessualmente trasmesse

Tampone Uretrale
Ecografia Reni
Ecografia Vescica
Ecografia Scrotale
Ecografia Peniena
Ecografia Uretrale      
Ecografia Prostatica Transrettale
Ecocolordoppler vasi spermatici
Ecocolordoppler penieno basale e dinamico
Esame urodinamico invasivo
Esame urodinamico non invasivo
Uroflussimetria con RPM
Riabilitazione del piano perineale
Neuromodulazione del nervo tibiale
Risonanza magnetica dell’apparato urologico (URO -RM)
TC dell’apparato urologico (urotac )
Rigiscan

Esami di Urologia diagnostica e trattamenti chirurgici
Ureteroscopia
Biopsia prostatica
Chirurgia delle neoplasie vescicali
Chirurgia del carcinoma prostatico
Chirurgia del carcinoma renale
Trattamento dell'incontinenza
Trattamento patologie andrologiche 

 

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI

In questo reparto sarà possibile effettuare una diagnosi mirata della patologia  programmando, qualora neccessario, un trattamento endoscopico minivasivo che permette una rapida degenza e riprese delle attività quotidiane.
Presso la Casa di Cura Nuova Villa Claudia un rivoluzionario laser Green Laser guarisce definitivamente, in un solo giorno e in anestesia locale (spinale) lIpertrofia prostatica benigna - ingrossamento della prostata (IPB) - un disturbo che colpisce circa l’ 80% degli italiani over 50.
Tanto per ricordarlo a chi avesse trascurato l'impatto devastante della sindrome,l’ipertrofia prostatica benigna è la malattia più diffusa negli uomini over 50, e incide pesantemente sulla qualità di vita con sintomi come disturbi alle vie urinarie (difficoltà a urinare con getto minzionale ipovalido,urgenza e frequenza minzionale, nei casi più seri, completa ritenzione urinaria).
Il Green Laser è il nuovo metodo elaborato negli Usa che sfrutta l’azione di un potente laser al triborato di litio che  vaporizza con precisione millimetrica solo l’eccesso di tessuto prostatico, trasformandolo in bollicine di vapore.
L’intervento mininvasivo si effettua per via endoscopica in anestesia spinale con un ricovero di 2 giorni.
Non sono necessari lavaggi vescicali, se non raramente, e il paziente deve tenere un piccolo catetere per una durata massima di 24 ore

I Vantaggi del Green Laser  sono notevoli :
Intervento mini - invasivo senza dolore ne sanguinamento
E' ideale anche nei portatori di pacemaker
Ripresa immediata e serena
Ripresa attività in pochi giorni
Riduzione del rischio di infertlità,di impotenza e di incontinenza

 

 


Richiedi un appuntamento